Il Sesso Anale Può Essere Una Fantasia Femminile?

visita lo shop

18/10/2022

Come ci eravamo lasciati?

Nello scorso articolo, che potete trovare nella pagina, si era trattato in generale del sesso anale e se questo fosse realmente un tabù per la società. Ma la domanda che ci si era posti in seguito ad una prima indagine era se il sesso anale fosse esclusivamente una prerogativa maschile, o se effettivamente anche persone di sesso femminile potessero avere voglia in primis di sperimentare questo lato della sessualità. Quindi, se le donne abbiano come zona erogena, alcune aree nelle vicinanze della zona perianale o se abbiamo comunque delle pulsioni sessuali riguardanti la stimolazione di queste aree fino ad arrivare ad una vera e propria penetrazione.

Il sesso anale in ambito omosessuale femminile

Si è quindi andati ad indagare se si svolgesse sesso anale tra donne, ovvero nel mondo “lesbo” le donne tra di loro lo praticano? Sembra proprio di sì.

Il Lato B viene visto comunemente sia come “croce” che “delizia”, perché se da una parte regala intense sensazioni, dall’altra parte si ha paura di sentire dolore. E se questo avviene tra due ragazze la questione si fa più complicata, visto che di solito ci si “aiuta” con i sex toys o con la cintura (es strapon). Ma soprattutto resta un’esperienza trasgressiva, che fa uscire dalla propria zona confort erotica. Ma se si decide di provarci, si potrebbe scoprire una nuova porta di accesso al piacere. Secondo quanto emerge da alcune testimonianze online, e non, sembra che il sesso anale tra donne sia qualcosa di abbastanza diffuso; anche perché poi nella realtà l’ano è una zona erogena così come la clitoride e la vagina. Facendo quindi spesso uso di sex toys, il sesso anale, può essere molto divertente e eccitante. Nella sessualità, non ci sono cose adatte al proprio orientamento, se le scelte sono condivise non c’è mai niente di sbagliato, l’importante è sentirsi a proprio agio e liberi di esprimersi. Ovviamente tutto questo è sempre da intendere come stimolazione, perché alcune donne preferiscono una stimolazione esterna, alcune una penetrazione parziale a altre totale.

Quindi, nonostante alcuni modi di pensare ritengano che una donna non possa scegliere volontariamente di fare sesso anale, perché non possa trovarlo piacevole, gli studi suggeriscono che a molte donne in realtà il sesso anale piace. Un piacere che a livello fisiologico può portare anche all’orgasmo! 

La fisiologia del sesso anale nella donna

Fisiologicamente infatti le contrazioni orgasmiche coinvolgono sia i muscoli vaginali sia quelli anali. È stata svolta un’indagine in cui si è messo in evidenza che tra le donne intervistate che hanno avuto anche un rapporto anale nel loro ultimo rapporto sessuale il 93% ha raggiunto l’orgasmo, mentre tra coloro che avevano ricevuto solo sesso orale invece la percentuale di chi dichiarava di aver raggiunto l’orgasmo si abbassava intorno all’81%. Infine, era del 65% la percentuale di coloro che, tramite penetrazione vaginale, avevano avuto l’orgasmo. 

Dall’indagine emerge dunque come la capacità di avere rapporti maggiormente gratificanti non sia dovuta al solo sesso anale quanto piuttosto alla varietà di rapporti che si hanno. La sperimentazione sembra essere l’arma vincente. Questo significa appunto che la sperimentazione e la stimolazione di diverse aree anche durante uno stesso rapporto sessuale può portare a maggiore raggiungimento del piacere. Sarebbe quindi importante riuscire a svolgere non sono sesso anale, ma anche orale e vaginale nello stesso rapporto, in modo da poter stimolare varie arie e poter portare la donna a provare più facilmente l’orgasmo.

Esperienza come soluzione al piacere anale?

Naturalmente, è importante sottolineare che non tutte le donne trovano piacere nel fare sesso anale. Alcune riportano di un’esperienza dolorosa. Soprattutto quando non avviene un rilassamento mentale, con un conseguente irrigidimento muscolare della zona del muscolo anale; questo per una serie di motivi di “blocco” psicologico, che potete rileggere nel mio articolo precedente. 

Tuttavia, una possibile principale spiegazione è che per molte non è stato trovato piacevole perché si sono trovate a che fare con l’inesperienza. 

Alcune infatti riportavano di un’esperienza non pianificata e fatta senza una adeguata lubrificazione. A differenza della vagina, l’ano non è auto-lubrificante e tentando di fare sesso anale senza alcun lubrificante si corre il rischio di avvertire dolore, in casi estremi è possibile addirittura provocare lacerazioni rettali. Per questo è molto importante, nel caso si volesse svolgere del sesso anale, procurarsi del lubrificante apposito, o stimolare e umidificare prima la parte interessata per la penetrazione.  Infine, circa la volontarietà dell’atto almeno nell’indagine emerge un quadro alquanto ambivalente. Infatti ci sono state donne che hanno riferito di essere state portate su esplicita richiesta a fare sesso anale dal loro partner. Altre invece hanno riportato di gradirlo come pratica, tanto che lo chiedono e lo attuano anche da sole. 

Sesso anale amato dalle donne sì o no?

Da quanto emerge dalla statistica indubbiamente a richiedere di fare sesso anale sono più richiedenti gli uomini delle donne, e le motivazioni sono legate dal fatto che sia visto come una “perversione”, “sodomia” e come il “frutto proibito” ancora da diversi partner. Diventa in certe situazioni una sorta di sfida, molte donne infatti nella loro relazione, scherzando dicono “anale solo dopo il matrimonio”, oppure “magari un domani se farai questo”; ovviamente mantenendo toni ironici e non fondati spesso su una realtà futura, ma che rendono “il premio in palio ancora più allettante”. 

Secondariamente però le donne sembrano comunque essere vogliose in parte di provarlo, e come scritto in precedenza avviene anche nel sesso omosessuale femminile che venga sperimentato il sesso anale, o, che le donne durante l’atto di masturbazione si stimolino l’ano attraverso dita o strumenti erotici di penetrazione.

Come interpretare nella totalità tali dati? Senza dubbio negli ultimi anni, il sesso anale è aumentato di popolarità fra le donne. Stabilirne il motivo principale non è però facile. Probabilmente uno suo sdoganamento potrebbe averne aumentato la pratica e migliorato l’esecuzione. Di conseguenza l’incrementato del tasso di gradimento. Tra i suggerimenti principali, quello di arrivare alla pratica “step by step”, è molto importante in questo caso il rilassamento mentale e muscolare, accompagnato dalla lubrificazione della zona, e da un’attenzione alla quale potrebbe essere la posizione migliore per effettuarla, a seconda di quale “strumento” si voglia utilizzare; procedendo lentamente, almeno all’inizio e cercando di rendere piacevole l’atto per entrambi. 

Le donne quindi potrebbero tranquillamente praticare e arrivare ad un orgasmo anche attraverso il sesso anale, sempre più di queste sembrano richiederlo e svolgerlo attraverso un’apertura maggiore di quest’esperienza; inoltre, come indicato dal fatto che alcune stimolino la zona anale anche per la masturbazione, il piacere può essere senza dubbio gratificante e non doloroso.

La risposta è quindi: SI. 

Anche le donne possono aver voglia di fare sesso anale, di sperimentarlo e di viverlo a pieno. Forse un giorno, non sarà più un tabù della società e non sarà più visto come prerogativa di fantasia che non possa essere totalmente femminile.

Scritto da: Dott. Gianluca Zanelli

Articoli correlati

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo Shop