ORGASMI, SALUTE E INTELLIGENZA: C’È UN LEGAME?

visita lo shop

29/11/2022

Una delle domande più comuni che vengono poste in ambito sessuologico è se il praticare troppo sesso e/o masturbarsi troppo spesso possa in qualche modo far male alla salute. Ebbene, non ci sono prove che avere un’elevata frequenza di attività sessuale possa causare problemi, a meno che questo non arrivi a far perdere il lavoro e/o ad impedire di avere una normale vita sociale (entrambi problemi estremamente rari da avere). La realtà, al contrario, è che fare sesso regolarmente può effettivamente apportare dei benefici. Infatti, diversi studi sembrano suggerire che raggiungere l’orgasmo più frequentemente potrebbe rendere le persone più intelligenti e più sane.

Prendiamo in considerazione innanzitutto i potenziali benefici per il cervello. In un recente studio, alcuni ratti maschi sono stati privati della possibilità di fare sesso (hanno fatto sesso solo una volta durante un arco temporale di due settimane) mentre altri, sempre durante lo stesso periodo di tempo, hanno potuto fare sesso tutti i giorni [1]. Alla fine dell’esperimento, i ricercatori hanno scoperto che i ratti che erano stati sessualmente più attivi non solo avevano sperimentato una maggiore crescita neuronale, ma presentavano anche livelli più bassi di ormoni dello stress a livello sistemico. Questi risultati suggeriscono quindi che praticare sesso frequentemente possa migliorare la funzione cognitiva e, contemporaneamente, ridurre lo stress. La ricerca sugli esseri umani ha fornito ulteriore supporto a queste idee. Per esempio, in persone che si sono innamorate di recente, gli esami del sangue mostrano livelli più elevati del fattore di crescita nervoso (una proteina che aiuta le cellule nervose a sopravvivere e a crescere) [2]. Inoltre, uno studio ha scoperto che quando le coppie in una relazione di buona qualità fanno sesso, riferiscono di sentirsi meno stressate il giorno successivo [3].

E cosa dire invece rispetto ai benefici fisici? In un affascinante esperimento, i ricercatori hanno esaminato il sangue di uomini che si erano recentemente masturbati fino all’orgasmo e lo hanno confrontato con quello di maschi che non avevano raggiunto l’orgasmo di recente [4]. I risultati hanno indicato che i primi dimostravano un migliore funzionamento del sistema immunitario rispetto ai secondi, come evidenziato da un aumento complessivo dei leucociti e delle cellule Natural Killer. Quindi, è forse possibile ipotizzare che se questi effetti di potenziamento immunitario (dato dagli orgasmi) venissero raggiunti frequentemente, ciò potrebbe tradursi in un’aspettativa di vita più lunga? Può darsi. In uno studio del Regno Unito, uomini di età compresa tra i 40 e i 59 anni hanno riferito la frequenza con cui raggiungevano l’orgasmo [5]. I ricercatori hanno quindi monitorato il tasso di mortalità dei partecipanti nei 10 anni successivi. Quello che hanno scoperto è che i soggetti che avevano riportato il maggior numero di orgasmi hanno avuto una mortalità inferiore del 50% rispetto agli uomini che li avevano raggiunti meno frequentemente. Sebbene questo modello fosse valido per tutte le cause di morte, il legame più forte tra la frequenza di orgasmi e il minor rischio di morte si è osservato considerando i decessi causati da malattie coronariche; ciò suggerisce che gli orgasmi possano fare bene al cuore.

Anche se questi risultati non affermano definitivamente che il sesso renda più intelligenti e aiuti a vivere più a lungo, certamente suggeriscono che praticarlo un po’ più spesso è più probabile che faccia bene piuttosto che faccia male.

BIBLIOGRAFIA

[1] Leuner, B., Glasper, E.R., & Gould, E. (2010). Sexual experience promotes adult neurogenesis in the hippocampus despite an initial elevation in stress hormones. PLoS ONE, 5(7). DOI 10.1371/journal.pone.0011597

[2] Emanuele, E., Politi, P., Bianchi, M., Minoretti, P., Bertona, M., & Geroldi, D. (2005). Raised plasma nerve growth factor levels associated with early-stage romantic love. Psychoneuroendocrinology, 20, 1-7. DOI 10.1016/j.psyneuen.2005.09.002

[3] Ein-Dor, T., & Hirschberger, G. (2012). Sexual healing: Daily diary evidence that sex relieves stress for men and women in satisfying relationships. Journal of Social and Personal Relationships, 29, 126-139. DOI 10.1177/0265407511431185

[4] Haake, P., Krueger, T. H., Goebel, M. U., Heberling, K. M., Hartmann, U., & Schedlowski, M. (2004). Effects of sexual arousal on lymphocyte subset circulation and cytokine production in man. Neuroimmunomodulation, 11, 293-298. DOI 10.1159/000079409

[5] Davey Smith, G., Frankel, S., & Yarnell, J. (1997). Sex and death: Are they related? Findings from the Caerphilly Cohort Study. British Medical Journal, 315, 1641-1644. DOI 10.1136/bmj.315.7123.1641

Scritto da: Dott. Lorenzo Borrello

Articoli correlati

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo Shop